Numero Blu Servizi espone la propria strategia di employee engagement
16 Giugno 2022

Formazione continua, lavoro flessibile, interazione professionale. Il Direttore HR Andrea D’Amico: “Approccio human centric per conseguire bilanciamento fra vita privata e lavorativa delle nostre persone”

Numero Blu Servizi SpA, realtà italiana attiva nell’ambito del BPO, è convinta che la via più efficace per generare coinvolgimento e senso di appartenenza delle proprie risorse sia quella di porre in atto formazione continua, possibilità di lavorare in modo flessibile, ascolto continuo e azioni concrete che dimostrino l’impegno dell’azienda in materia di responsabilità sociale d’impresa e sviluppo sostenibile.

“In Numero Blu abbiamo presente da sempre l’importanza delle nostre persone, delle loro qualità e competenze per il successo, la crescita e la buona reputazione dell’intera organizzazione” ha dichiarato Andrea D’Amico Direttore HR di Numero Blu. “Negli ultimi due anni ci siamo ulteriormente impegnati per rendere la nostra azienda ancora più “human centric”, raccogliendo le esigenze, gli interessi e i valori che condividiamo con i nostri lavoratori e traducendoli nell’adozione di un modello di lavoro ibrido, casa-ufficio, che favorisce il work-life balance, di strumenti tecnologici innovativi per agevolare la comunicazione interna e nell’avvio di un processo di formazione continua e trasformazione culturale focalizzato sulla sostenibilità, il contenimento dei consumi energetici e il miglioramento dell’ambiente lavorativo. In sintesi il nostro focus è quello di elaborare una metodologia che guardi al lavoratore inteso come persona e in quest’ottica non pensare a cosa si debba fare di più, ma a cosa possa essere fatto meglio”.

In quest’ottica – e già da diversi mesi- Numero Blu Servizi ha quindi introdotto nel proprio modello organizzativo un assetto ibrido tra lavoro in presenza e smartworking, volto a garantire la continuità operativa dei servizi erogati al cliente e la sicurezza delle proprie risorse professionali. Per far ciò, l’azienda ha reingegnerizzato a tempo di record i processi tecnico-informatici per rendere efficace, oltre che fficiente e sicura l’attività professionale anche da remoto, replicando positivamente le performance e le dinamiche prodotte durante il lavoro in

presenza. Tale assetto “ibrido” ha consentito di rispondere ai clienti con massima flessibilità ed efficienza, rispettando i consueti standard qualitativi.

Il contesto

Nel mese di aprile 2021, quattro milioni di lavoratori americani hanno rassegnato le loro dimissioni, stabilendo il record degli ultimi vent’anni. È così che, a livello globale, si sono accesi i riflettori sul fenomeno delle “Great Resignation”, che ha messo le aziende di ogni settore di fronte all’urgenza di comprendere il malessere che si annida in buona parte dei lavoratori, agendo per riplasmare processi e ambienti di lavoro in modo da renderli rispondenti alle nuove priorità individuali. Negli ultimi 9 mesi del 2021 le dimissioni in Italia sono cresciute del 13,8% rispetto al 2019, mentre a inizio 2022 AIDP, l’Associazione Italiana Direttori del Personale, ha calcolato che questo fenomeno è arrivato a interessare il 60% delle aziende. Tra i fattori che alimentano il fenomeno, c’è la ricerca di un più solido equilibrio tra vita privata e lavorativa e il desiderio di autorealizzazione e crescita personale.

La risposta di Numero Blu servizi

In tale contesto Numero Blu Servizi è stata in grado di ripensare la propria cultura e riprogettare la propria operatività in modo da mettere al centro il benessere, il coinvolgimento e la crescita dei propri lavoratori. Grazie anche all’utilizzo delle nuove tecnologie, l’azienda ha consentito alle proprie persone di lavorare da casa con gli stessi livelli di comodità ed efficienza dell’ufficio. Tale strategia ha favorito la comunicazione interna e l’affiatamento fra team, la raccolta di dati utili a individuare eventuali problemi e l’ascolto attivo delle persone per giungere ad elaborare nuove iniziative aziendali in cui poter coinvolgere il personale. Tra queste, oltre al lavoro ibrido, l’azienda ha varato un progetto che sposa il benessere delle persone con la preservazione dell’ambiente e comprende “sfide” a carattere sportivo sostenendo i comportamenti virtuosi dei dipendenti con un’azione finale di piantumazione di alberi e l’obiettivo di compensare circa 8.000kg di CO2.

Inoltre, Numero Blu Servizi ha deciso di intraprendere azioni volte ad un contenimento dei consumi energetici ed al miglioramento dell’ambiente lavorativo, sostenendo un processo di cambiamento culturale dei propri dipendenti. In questo senso il progetto “Plastic Free”, legato ad un consumo di acqua consapevole e volto all’eliminazione progressiva della plastica dagli ambienti di lavoro.