La responsabilità sociale è un valore per l’impresa e per chi la rappresenta

Secondo Trustpilot -che quest’anno ha intervistato 7000 consumatori- il 47% dei clienti apprezza particolarmente quando un marchio assume una posizione etica e sostenibile, ritenendo che questo tipo di comportamento, se coerente con valori espressi, sia fondamentale per operare correttamente sul mercato. Di converso, dal report Brands that take a stand emerge come tra le pratiche meno apprezzate dal pubblico figurino lo scarso rispetto dell’ambiente o delle persone.

Anche l’Osservatorio della Multicanalità del Politecnico di Milano ha rilevato che per un brand, l’attenzione sincera a tematiche sociali e ambientali è diventata fondamentale per rispondere alle nuove sensibilità dei consumatori: il 73% della popolazione italiana sopra i 14 anni, infatti, valuta positivamente i marchi che nelle strategie e nelle azioni mostrano coerenza con questi valori ed il 57% li premia nelle proprie scelte di acquisto.

Il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa coinvolge da vicino anche le aziende, i valori che rappresentano le relazioni stesse con i rispettivi pubblici di riferimento.
“Siamo consapevoli di quanto la nostra attività abbia un impatto importante sia nel contesto in cui si svolge che rispetto alla reputazione dei nostri clienti: è per questo che -pur nel perseguimento di finalità di business- abbiamo deciso di operare seguendo scrupolosamente i valori fondanti della nostra azienda, fra cui primeggiano il benessere fisico e mentale dei dipendenti e la massima attenzione per l’ambiente ed il territorio in cui operiamo” ha dichiarato concluso Andrea D’Amico, Direttore Risorse Umane di Numero Blu.

In questa direzione, come conferma anche un’indagine della Fondazione Sodalidas pubblicata dal Sole 24 Ore, le imprese sono chiamate oggi ad agire su un duplice fronte: interno, relativo ai dipendenti, ed esterno, rispetto alla comunità di appartenenza. E sono molte le azioni che è possibile intraprendere sulla strada di un comportamento responsabile, pur nel soddisfacimento di obiettivi di business. L’attenzione alle diversità sui posti di lavoro -eliminando tutte le forme di discriminazione basate su genere, razza, religione e orientamento sessuale- permette di dar vita a team multiculturali, capaci di comprendere le esigenze di una clientela ugualmente ampia e diversificata. La cura degli ambienti di lavoro e del benessere delle persone permette di attirare e trattenere i migliori talenti sul mercato, per offrire un servizio di eccellenza. Le iniziative di promozione sociale consentono di stabilire un legame con il territorio che è fondamentale. Il rispetto delle normative e delle garanzie circa il lavoro minorile, lo sfruttamento e la contrattazione collettiva permette di posizionarsi come partner etici, oltre che affidabili.

“Per essere certi di avere un’organizzazione e un comportamento allineati a questi principi ci siamo dotati di un Sistema di Gestione per la Responsabilità Sociale (SGRS) certificato da organismi esterni ed imparziali e conforme alla norma internazionale SA 8000. Oltre a rispettare al nostro interno tutti i requisiti della norma ci siamo impegnati anche a condividerli con i nostri fornitori e a definire delle regole interne che ci consentano un miglioramento continuo su questa strada”, ha concluso Andrea D’Amico, Direttore Risorse Umane di Numero Blu.